Nerd is the new cool

4 luglio 2013

Negli ultimi anni ho assistito ad un’esplosione del numero di persone occhialute che sfoggiano orgogliose magliette di supereroi Marvel o DC o che citano frasi prese da “Il Signore degli Anelli” o da “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” (“Game of Thrones, per i figli dell’estate).

Se all’inizio degli anni ’90 ci fu l’invasione delle ragazze ai tavoli da gioco pieni di schede, dadi, matite e patatine (fenomeno analizzato da Legale Malvagio, argomento sul quale sto pensando ad un articolo) il nuovo millennio ha portato gli atteggiamenti e i comportamenti che nel periodo della mia adolescenza venivano visti come “strambi” ad essere mainstream.

994817_527440533987190_552101788_n

 

dc056b4f8c9493f3c64e6e0a85382b31Tra i motivi indubbi di questo sdoganamento di quei passatempi per cui sono stata guardata di traverso per tutta la mia adolescenza va citato “The Big Bang Theory” della CBS, trasmesso in Italia da Fox su Sky e da Italia 1.

La popolare sit-com, pur prendendo in giro i protagonisti per le loro assurde manie, ha fatto conoscere al grande pubblico quello strano mondo fatto di passioni e parole strane.

Sheldon Cooper, il tizio nella foto qui a sinistra se non lo conoscete, è in breve tempo diventato uno dei personaggi più amati tra le serie televisive anche per aver stravolto l’approccio al personaggio “cervellone”. Il grande merito della serie sta nel fatto di aver reinventato il classico secchione senza modificarne nessuna caratteristica ma semplicemente guardandolo sotto un’altra ottica.

Sul fronte fantasy, pare banale dirlo, la più grande pubblicità a mondi immaginari fatti di elfi, maghi e compagnia bella è stata la trasposizione su grande schermo de “Il Signore degli Anelli”. La storia di Frodo e del resto della compagnia divenne nota anche a chi guardava con occhio diffidente la mole di pagine dell’opera di Tolkien. Stesso merito al telefilm “Game of Thrones” della HBO (trasmesso in Italia da Sky Cinema, Rai 4 e Rai 2 se non erro) che ha mostrato come fantasy non voglia dire scrivere storie banali di cavalieri che vanno a salvare fanciulle in pericolo.

In ultimo, la mania dilagante per i fumetti, relativamente alla quale non scriverò nulla, ma mi limiterò a postare una foto:

thor_trainer

2 risposte a “Nerd is the new cool”

  1. […] il post che avevo scritto qualche tempo fa si sta rivelando, se non errato completamente, da rivedere e […]

  2. […] mia opinione, se vi interessa, non si discosta molto da quella che vi ho linkato. Si, siamo diventati mainstream, o almeno alcuni aspetti di quella che viene comunemente definita come nerd-cultura sono stati […]

Rispondi

Segui il blog via email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: