Donne che giocano

8 marzo 2014

Il testo di questo post è cambiato più volte nel corso degli ultimi due o tre giorni, alla fine ho deciso di postarvelo così, tanto comunque se qualcuno vuole fraintendere, fraintenderà comunque.

L’idea di parlare un po’ delle donne nel gdr mi è venuta quando ho scoperto un po’ per caso che un’associazione aveva fatto il calendario con le giocatrici. Nulla di male a riguardo principalmente perché le ragazze in questione sono tutte maggiorenni e quindi libere di posare come meglio credono. Nulla da dire nemmeno sul fronte “chiudete-in-casa-le-vostre-figlie” in quanto quelle foto, a dir la verità anche piuttosto pudiche,  ritraevano ragazze che hanno liberamente scelto di posare e gli scatti erano destinati ai soli soci che sapevano benissimo cosa si sarebbero trovati davanti: tredici (c’era pure la copertina) foto di tredici ragazze (e due ragazzi) carine vestite più o meno come le vedono al live al massimo truccate e pettinate meglio e con qualche centimetro di pelle esposto in più.  Per capirci, questo abbigliamento è più osè di quelli usati nel calendario.(1)

xena-xena-warrior-princess-2742181-958-1200[1]

In pratica un modo come un altro per finanziare l’associazione con foto normali (2) (3).

Mi preme che sia ben chiaro che il calendario è stato solo lo spunto da cui è partito l’input per questo articolo. Posto che anche le reazioni del pubblico maschile variavano dal sincero apprezzamento per l’avvenenza di una o più ragazze al goliardico (qualche commento volgare c’era eh, ma in percentuali molto basse) mi chiedo, ma tutti gli stereotipi che girano sul mondo gdr e gentil sesso, da dove vengono fuori?

Se per qualche tempo ho pensato, sbagliando, di essere stata fortunata e di essermi ritrovata in una piccola isola felice, più conosco giocatori sparsi per la penisola più mi rendo conto che in fondo le percentuali di galantuomini, stronzi o disperati è pari a quella che si può riscontrare in ogni altro gruppo di persone. Tutta questa premessa per fare un post un po’ serio, un po’ scemo, sugli stereotipi che accompagnano le donne e i giocatori. (E un po’ perché mi premeva dire come “libera di fare quel che vuole col suo corpo” vuol dire anche “libera mostrare il suo corpo se è quello che vuole”).

Dunque, dicevamo, quali sono i miti da sfatare sulle donne che giocano?

  1. le giocatrici…

No, non farò la lista, c’ho ripensato. In fondo le giocatrici hanno gli stessi pregi e difetti dei giocatori, sono “vittime” degli stessi stereotipi, hanno le stesse manie e sono interessate tanto quanto la loro controparte maschile ad una vita sentimentale e/o sessuale.

Banalmente, non avrei dovuto intitolare questo post “donne che giocano” ma “persone che giocano”. Ecco, forse anche in altri campi, la cosa migliore per parlare di donne e gioco sarebbe quella di parlare di persone e gioco.

Giuro questo post non voleva essere così banale.

[edit]Visto che mi è stato chiesto in privato:  il mio tweet di qualche giorno fa “e poi scopri che un’associazione ha fatto il calendario con le giocatrici in abiti succinti e atteggiamenti sexy” non dava alcun giudizio né positivo né negativo sulla cosa, rendevo i miei followers partecipi della mia scoperta. A foto viste aggiungo che gli abiti non erano nemmeno così succinti come immaginavo.[/edit]

(1) non ho visto l’intero calendario, ma sinceramente dubito che un mese possa essere in controtendenza e mostrare una foto hardcore.

(2) se ve lo state chiedendo non ci sono mie foto in quel calendario, non sono nemmeno mai stata socia di quell’associazione. In compenso gira qualche volantino in cui compaio io mostrando esattamente quel che mostra una delle ragazze del calendario. L’abito lo comprai in un normalissimo negozio di abbigliamento e vi aggiunsi un velo e una coroncina.

(3) Anche qualora avessero posato nude non sarebbe stato un problema. Finché sono adulti che scelgono liberamente e non costringono nessuno a guardare (e non infrangono nessuna legge), per me possono farsi fotografare come vogliono.

Rispondi

Segui il blog via email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: