Non venire all’evento

25 ottobre 2015

La settimana scorsa sono stata ad un evento bellissimo, diverso dal solito.  Formula nuova che va limata ma che funziona egregiamente. Non piace a tutti, non può piacere a tutti, ma era perfetta per il tipo di evento che volevano realizzare.

E’ piaciuto a tutti i partecipanti, ci siamo divertiti, soprattutto per un particolare che sembrerà scontato ma non lo è: chi aveva dubbi sullo stile dell’evento, sul regolamento, sulla formula non è venuto all’evento.

Sembrerà strano ma c’è la strana usanza di andare ad eventi per poi lamentarsene. Non sto parlando di chi va ad un evento per provare, non lo trova di suo gradimento e quindi non va ad un’eventuale seconda edizione o nuovo capitolo. Sto parlando di persone che, sapendo già dalla presentazione che l’evento non rientra nei loro gusti, ci vanno ugualmente, lamentandosi poi dell’organizzazione, del tipo di quest, del regolamento e di qualsiasi altra cosa venga loro in mente.

Per una serie di fortunati eventi, al live di sabato scorso c’era solo gente che aveva trovato nell’introduzione al live stesso, nell’ambientazione, nel regolamento solo elementi che lo ispiravano positivamente, o almeno niente che reputassero così orribile.

Ci siamo goduti l’evento senza doverci sorbire gli strascichi delle lamentele.

Voglio più eventi così.

Eventi in cui se non ti piace l’ambientazione, non ti piace la location, non ti piacciono le condizioni ambientali,  non ti piace il regolamento, fai un favore a te stesso e a tutti: non venire.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: