Un Dottore Donna

18 luglio 2017

Post molto breve perché c’è veramente poco da dire

Dopo la finale di Wimbledon la BBC ha annunciato il volto del nuovo Dottore dopo Peter Capaldi.

La scelta è ricaduta su Jodie Whittaker.

Il fandom si è diviso, purtroppo.

Cosa ci sia di sconvolgente mi sfugge sinceramente.

L’accusa principale alla BBC sembra essere quella di aver voluto scegliere un’attrice per strizzare l’occhio a chi si batte per la parità e contro le differenze di genere. E ve ne accorgete adesso che Doctor Who è una serie che fa del non discriminare in base al sesso, alla razza, al pianeta d’origine, all’orientamento sessuale la propria bandiera?

Nella serie abbiamo già visto il Capitano Jack Harkness, che è sessualmente attratto da ogni genere e razza, aspetto presentato e trattato con una naturalità da manuale,

e una coppia omosessuale composta da un’umana e un’aliena nella Londra vittoriana

Donne in ruoli istituzionalmente importanti (vedi primo ministro inglese e ruoli di rielievo all’interno della Unit), anche le varie companion non sono mai state delle fanciulle da salvare ma ognuna di loro ha instaurato un rapporto diverso perché erano persone diverse con caratteri, ambizioni, interessi diversi. Tengono testa al Dottore, litigano col Dottore, salvano il Dottore,  (e viceversa) in un rapporto sempre paritario.

In “The day of the Doctor” siamo venuti a conoscenza che i Timelords possono cambiare sesso durante la rigenerazione, cosa già accennata dall’undicesimo Dottore che appena rigenerato controlla se è uomo o donna.

Il Master ha cambiato sesso nella sua ultima rigenerazione (1) regalandoci un personaggio meraviglioso

Ricordato questo, quale è il problema di un Dottore donna?

Per rispondere all’obiezione “allora facciamo un WonderWoman uomo” vorrei far notare che Wonder Woman non cambia corpo, i Timelords sì.

Dubito che il Tredicesimo si incontrerà mai con River Song ma se dovesse accadere potrebbe essere una delle scene destinate ad essere iconiche della serie.

Per il prossimo companion, è perfettamente indifferente se sarà uomo o donna.

L’unico problema con il nuovo Dottore è che l’attrice è ginger, ma è tinta bionda.

(1) Non ho visto ancora l’ultima stagione, potrebbe averne avute altre che non so

Rispondi

Segui il blog via email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: