The Eternal Struggle

13 ottobre 2017

LuccaC&G è alle porte, nella migliore (o peggiore, dipende dai punti di vista) delle ipotesi sarò lì solo un giorno e ancora non so quale. Avevo pensato a diversi articoli per l’occasione ma poi mi son detta che non era il caso di fare l’ennesimo copia/incolla di una cartella stampa per ogni gioco/espansione in uscita per la fiera. Ci sono blog e testate online più seguite di me in cui potrete trovare tutte le informazioni a riguardo.

Avrei voluto scrivere qualcosa su 7th Sea, gioco dell’anno 2017, ma non ho avuto ancora modo di provarlo, non mancheranno le occasioni.

In occasione di LuccaC&G credo che farò solo due articoli: uno per Dossier: MassMedia & Spettacolo (perchè ci sarà molto da dire su come può essere gestito un metaplot e PNG d’ambientazione) e uno su Nostalgia: La flotta nomade (perché ho deciso di sostenerlo su KS alla terza riga di ambientazione). Conto di farli al massimo durante la fiera.

LuccaC&G sta arrivando e con la fiera tornano tutta una serie di post e opinioni non richieste sul tema “Signora mia, dove andremo a finire”. Ne avevo già parlato, poco meno di un anno fa e le cose non sono cambiate, anzi.

Perché ho intitolato questo post “The Eternal Struggle”? Perché avrei potuto fare copia/incolla di quello dell’anno scorso.

Sembra che i nerd con qualche anno più di me (2) non riescano a capire che gli anni 90 sono finiti da un pezzo e il mondo ludico è cambiato. Si limitassero a giocare con i titoli con più di vent’anni e i retrocloni ed ad esprimere opinioni negative su qualsiasi cosa porti innovazione nel panorama ludico andrebbe benissimo. Sarebbe una mera questione di gusti.

Il problema sorge quando devono farti sapere il fastidio che crea loro la presenza di under 25 che non hanno fatto la gavetta con la scatola rossa ma magari sono arrivati al gdr passando per Pathfinder.

Sorge quando devono lamentarsi di come i giovani nerd non stiano subendo ciò che avevano subito loro, come se ci fosse qualcosa di male nel riuscire ad avere una vita sociale normale.

Sorge quando devono sottolineare che se non sei nato prima del 1980 o se non conosci a memoria il multiverso di una data ambientazione non puoi goderti quello che è un blockbuster.

Sorge quando ti da fastidio che una sedicenne voglia vestirsi da WonderWoman e girare per il LuccaC&G ( o il Romics, o il Cartoomics…) come se avesse offeso i tuoi avi e il tuo credo.

Sorge quando ogni innovazione o sperimentazione in ambito ludico viene vista come eresia e che venti anni fa c’era già tutto quello che si poteva desiderare in un gioco.

Anche basta.

 

 

 

(1) Se vi incuriosisce il titolo, approfondite qui

(2) Sopra i 40 per capirci

Una replica a “The Eternal Struggle”

  1. pennymaster ha detto:

    Ma che vadano al diavolo i nostalgici del “si stava meglio quando si stava peggio”. C’è un sacco di offerta e la qualità dei prodotti è a un livello mai immaginato dai grognardi miei coetanei. Old school è bello, ma anche nuovo è bello… e se far finta di essere un elfo per qualche ora non è più da sfigati totali come una volta c’è solo da festeggiare. Buon Lucca a tutti!

Rispondi

Segui il blog via email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: